Condizioni generali di vendita

  1. Dal momento della consegna al vettore o allo spedizioniere, la merce passa in proprietà dell’acquirente e viaggia a suo rischio e pericolo anche se venduta “franco destino”, FOB o CIF o C&F. Spetterà pertanto all’acquirente ogni azione di reclamo verso il vettore o lo spedizioniere.
  2. Eventuali reclami relativi alla qualità o quantità della merce dovranno essere proposti alla Società venditrice; a pena di decadenza, entro e non oltre otto giorni dal ricevimento della merce. I reclami non saranno accettati se non verranno presentati per iscritto e circostanziati in modo da consentire alla venditrice un pronto ed esauriente controllo.
  3. Salvo espressa pattuizione contraria i termini di consegna devono intendersi sempre approssimativi, con una tolleranza non inferiore ai 15 giorni, e non danno diritto all’acquirente di annullare l’ordinazione, di rifiutare la merce o di reclamare danni.
  4. Nel caso di scioperi, incendi, alluvioni, magre di corsi d’acqua, guasti a macchinari, carenze di materie prime, interruzioni di energia elettrica, mancanza di vagoni, interruzioni ferroviarie o stradali, epidemie e in qualsiasi altro caso di forza maggiore che impedisca o limiti il regolare andamento della produzione, è in facoltà della Società venditrice ridurre, sospendere, posporre o annullare le consegne, senza diritto dell’acquirente a compensi o risarcimenti di sorta.
  5. Salvo espressa pattuizione contraria il pagamento delle fatture deve essere effettuato entro i termini stabiliti, alla sede amministrativa della Società venditrice. In caso di mancato pagamento delle fatture decorrerà a carico dell’acquirente l’interesse di mora al tasso per lo scoperto bancario praticato alla Società venditrice maggiorato di 8 punti senza bisogno di messa in mora o di preavviso, rimanendo inoltre il venditore autorizzato ad emettere tratte a vista.
  6. Per quant’altro qui non è espressamente convenuto, le parti si rimettono agli usi e alle consuetudini commerciali per la carta e i cartoni approvati dalla Associazione Italiana Industriali Carte e Cartoni o Paste per Carte e dalle International Trade Rules.
  7. Il contratto si intenderà risolto per fatto e colpa dell’acquirente nel caso di mancato puntuale pagamento, anche parziale, alle singole scadenze convenute, dell’ammontare di eventuali forniture già effettuate, di eventuali altre in corso di esecuzione o della presente fornitura. Tale diritto di risoluzione sussiste non solo per ogni omissione di pagamento alle precise scadenze pattuite, ma anche in caso di accordate proroghe del termine pattuito o in caso di accordato rinnovo delle scadenze stesse. Il venditore avrà ugualmente il diritto di risoluzione del contratto qualora l’acquirente venga a trovarsi in una situazione finanziaria tale da far ritenere che egli non sia in grado di far fronte ai suoi impegni (insoluti, protesti, ecc.).
  8. Per tutte le controversie relative all’interpretazione e all’esecuzione del presente contratto – anche nel caso di pagamenti pattuiti a mezzo tratte – è stabilita competenza esclusiva del Foro di Udine.
  9. Le presenti condizioni generali di vendita si intendono tacitamente accettate dall’acquirente salvo espresso dissenso scritto di quest’ultimo. Ai sensi del D.P.R. n. 633/1972 (IVA) ci riteniamo sollevati da ogni responsabilità circa l’esattezza dei Vostri dati anagrafici riportati nel presente documento - Interessi per ritardato pagamento: 9% oltre il tasso ufficiale di sconto

Assistenza Scopri i vantaggi

X